La consapevolezza della importanza delle politiche ambientali e della necessità di regolare i complessi processi di gestione di alcune sostanze fondamentali (es. rifiuti, suolo e sottosuolo, acqua, aria) ha portato ad una crescente rilevanza del diritto dell’ambiente negli ultimi decenni. In particolare la gestione dei rifiuti è divenuto un tema cruciale per i suoi molteplici aspetti e questioni inerenti: le modalità di gestione, i termovalorizzatori, la produzione di energia, le discariche, il ruolo degli operatori privati (quali i produttori, i Consorzi, i gestori di impianti, gli affidatari dei servizi di raccolta e trasporto).

Lo Studio ha maturato significative esperienze professionali nel settore svolgendo attività di contenzioso con particolare riferimento a questioni relative alla gestione dei rifiuti, alla gestione dei termovalorizzatori, alle bonifiche dei siti inquinati, aree protette, valutazione di impatto ambientale, regime delle acque pubbliche. A ciò si aggiunge una specifica competenza in materia di acque nei giudizi innanzi al Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche.

Al contenzioso si affianca un’attività di consulenza svolta sia in favore di società che di enti pubblici (importanti attività sono state svolte presso il Ministero dell’Ambiente, facendo anche parte della Commissione per la riforma del Codice dell’ambiente). Diversi legali dello Studio hanno pubblicato il loro contributo nel testo di diritto ambientale “Diritto dell’Ambiente”, Il Mulino, Bologna, a cura dal prof. avv. Beniamino Caravita.